Se vogliamo andare avanti, l’unica è tornare indietro

di Diego Spano

Una premessa forse non così breve ma necessaria, prima di lasciare la parola a Diego. 

Ci siamo conosciuti solo qualche mese fa ma ci siamo capiti al volo. In breve è nata un’amicizia, cosa rara in età matura, almeno per quanto mi riguarda e se si attribuisce alla parola il suo vero significato, malgrado le nostre esperienze e il nostro vissuto personale siano molto diversi e per certi aspetti persino opposti.

Il motivo credo si evidenzi proprio nella lettura dell’articolo che segue.Vai all'articolo

B&W CDM 1 atto terzo: il dopo CDM 1

Tra i numerosi aspetti che entrano in gioco nella produzione di apparecchiature per la riproduzione sonora amatoriale, come per qualsiasi altro tipo di prodotto, ce n’è uno che mi sembra particolarmente degno di attenzione, per via della sua valenza duplice.

Riguarda i problemi cui va giocoforza incontro un qualsiasi fabbricante, nel momento in cui mette in vendita un prodotto “troppo” valido. In relazione al prezzo di vendita, all’offerta della concorrenza o anche nei confronti dei prodotti inclusi nel suo stesso listino.… Vai all'articolo

Hi-Fi e prezzi folli, realtà o percezione?

L’articolo di Diego Spano pubblicato nei giorni scorsi ha toccato una serie di questioni che da tempo sono al centro delle discussioni di numerosi appassionati.

Più di tutte quella legata al prezzo delle apparecchiature nuove, che dal punto di vista di un operatore attivo nel mondo dell’audio professionale riesce difficile giustificare.

Il Sito Della Passione Audio ha più volte analizzato l’argomento relativo ai prezzi di vendita delle apparecchiature, le loro dinamiche e soprattutto le logiche che portano alla loro definizione.… Vai all'articolo

B&W CDM 1 nr.2: le mie CDM 1

di Diego Spano

La mia vita, in un modo o in un altro, è sempre stata accompagnata dalla musica. Da giovane studiando pianoforte classico prima, chitarra elettrica poi, infine facendo per un poco il musicista.

Fino a quando ho realizzato, dopo l’ennesima serata in un club, che come al solito il noleggio delle apparecchiature audio costava praticamente quanto l’incasso. Cosa che mi ha fatto venire in mente che magari sarebbe stato meglio iniziare ad acquistare pian piano gli impianti audio con gli incassi.… Vai all'articolo

High Fidelity Roma 2019

Puntuale come un orologio, alla fine del novembre più piovoso della storia dell’umanità è arrivata l’edizione 2019 del Roma High Fidelity.

La prima domanda che si fa in queste occasioni è com’è andata? In base all’afflusso di pubblico, davvero numeroso nella giornata del sabato, è stato un grande successo. Gli appassionati erano tanti che il solo entrare e uscire dalle salette poste al piano intermedio e a quello superiore è stato quasi sempre un problema. Trovare posto a sedere per un ascolto in condizioni minime di agibilità nemmeno a parlarne.… Vai all'articolo

Stampe, ristampe e remastering: non tutto il 180 grammi vale il suo peso

Viscardo è un appassionato con cui sono in contatto da qualche tempo. Si è rifatto vivo nei giorni scorsi con alcune questioni che ritengo siano sentite da numerosi appassionati. Per questo invece di rispondergli a livello personale, ho deciso di farlo mediante l’articolo che segue.

Leggiamo innanzitutto il suo messaggio:

Carissimo Claudio,

da molto leggo i suoi articoli, spesso andando a ritroso ripescando quelli che non ho avuto tempo di approfondire, sempre alla ricerca di cose nuove da apprendere in questo bellissimo universo che è la musica!  

Vai all'articolo

La ricetta e gl’ingredienti

La realizzazione di un qualsiasi manufatto si fonda su due elementi fondamentali: il metodo con cui la si esegue e i materiali che si utilizzano allo scopo.

Come possiamo arguire senza difficoltà, si tratta di aspetti inscindibili l’uno dall’altro. Cosa accadrebbe per esempio se volessimo fare una torta e decidessimo di cuocere gl’ingredienti prima d’impastarli? Se invece seguissimo la giusta procedura ma usassimo quale legante del fango al posto delle uova o bicarbonato al posto dello zucchero che risultato otteremmo?… Vai all'articolo

A volte succede

Gentile Claudio buongiorno,

dai tempi in cui leggevo il suo nome negli articoli delle riviste di settore, non immaginavo che avrei preso contatto, ma oggi le scrivo, non posso più aspettare.
Devo farlo, perchè dopo aver letto diversi fra i suoi temi ritengo doveroso  esprimerle ammirazione e gratitudine.

E….no, “gratitudine” non risulterebbe per nulla eccessivo, dal momento che in mezzo all’infinito mare di immondizia mediatica sembra perfino un sogno intravedere un’isoletta sperduta in cui ci si può trovare un barlume di ragione.

Vai all'articolo

Il vintage e le sue insidie 2 – Roksan Caspian

Torniamo a parlare di vintage, argomento oggi al centro dell’interesse per numerosi appassionati.

Lo spunto ce l’offre il Roksan Caspian, lettore CD a suo tempo prodotto da un marchio forse non considerato come avrebbe meritato in ambito digitale, pur avendo realizzato meccaniche che godono tuttora di una reputazione invidiabile, come il DP-1 Rok e il DP-2 Attessa.

Anche i lettori completi realizzati dal marchio in questione sono tuttaltro che da disprezzare: dimostrano in particolare la loro efficacia superiore proprio in termini di trattamento del segnale quando si trova ancora in formato digitale, aspetto in genere trascurato ma che ha un’importanza fondamentale come dimostra appunto il rendimento di quelle macchine.… Vai all'articolo

Dall’analogico al digitale, alle memorie di massa

A quasi tre anni di distanza dalla pubblicazione dell’articolo “Convertitori, formati e altre storie dal magico mondo del digitale“, un lettore ha inviato un lungo commento che al di là del suo contenuto mi ha fatto molto piacere.  In primo luogo perché dimostra che i frequentatori di “Il Sito Della Passione Audio” non si limitano ad accedere agli ultimi testi pubblicati ma vanno a curiosare anche nelle pagine più vecchie. Poi perché mi offre l’occasione di puntualizzare nuovamente il mio pensiero al riguardo e per parlare di un argomento che ho rimandato fin troppo a lungo.… Vai all'articolo