I dischi di Giugno

In genere si tende a pensare che, con l’arrivo dell’estate, anche il mercato discografico non legato a tormentoni balneari e top da classifica tenda un po’ a rallentare. Questa volta siamo smentiti e il consueto appuntamento con i dischi del mese è più denso del solito. Approfitto dell’occasione per rilevare come questa rubrica non sia redatta a partire dai canoni consueti, che attribuiscono alla novità in sé e per sé, o meglio fine a sé

Impianti piccoli, problemi piccoli. Impianti grandi…

Nel clima di insoddisfazione generale che predomina tra i cultori della riproduzione sonora amatoriale, frequentemente i più scontenti sono quelli che dovrebbero esserlo di meno, ossia gli appassionati che possiedono gli impianti più costosi. Paradosso niente male, nel gran numero di quelli che si verificano nell’ambito di nostro interesse. Questo dovrebbe suggerire che vi sia qualcosa di sostanzialmente errato, fin dai fondamenti. Di fronte alla difficoltà, o meglio all’impossibilità di venirne a capo, prima ci

L’hi-fi al tempo della crisi

Accompagnati per molto tempo dagli annunci che hanno dato la ripresa per sicura, ma sempre a partire dall’anno venturo, siamo nel decimo anno di una crisi economica giudicata da molti come irreversibile. Dopo essere andati avanti a lungo con quella farsa, infine è balenato il sospetto che insistendo ancora si sarebbe varcata la soglia del ridicolo, oltre a quella dell’abuso della credulità popolare. Così, col pretesto dello zero virgola di crescita del PIL dopo che

OTL, gestione e manutenzione

Qualche giorno fa l’amico Alessandro mi ha inviato il messaggio seguente: Ciao Claudio, sono rimasto ammaliato dal suono OTL e ho preso un Graaf GM 20, sostituendolo temporaneamente al mio Norma 8.7B; Ma sono anche preoccupato dall’affidabilità (tutti gli OTL o solo i Graaf?) di questi apparecchi. Non per dire ma dopo una settimana di uso, proprio oggi durante un ascolto, ho sentito un botto nelle casse e ho spento subito il GM 20. Ora

I dischi di Maggio

Il primo giugno prossimo cadrà nientemeno che il cinquantennale della pubblicazione di “Sgt. Pepper Lonely Hearts Club Band“, uno dei dischi più celebrati e rinomati del nostro tempo. Insieme a “Days Of Future Passed” dei Moody Blues e al primo album dei Procol Harum, dal titolo omonimo, è indicato da varie fonti come capitolo iniziale di quello che più tardi sarebbe stato denominato rock progressivo. Un’occasione simile non poteva essere trascurata da un’industria discografica sempre più

Opere rock: Joe’s Garage Act II & III

Alla fine fu scoperto che Dio non voleva che fossimo tutti uguali. Cattive notizie, queste, per il Governo Del Mondo, dato che sembrava contrario alla dottrina dei Servizi a Porzioni Controllate. L’umanità doveva essere resa più uniforme se il futuro stava per funzionare. Vari modi furono seguiti per legarci tutti assieme, ma ahimè l’uniformità non poteva essere imposta. E’ più o meno in quel momento che qualcuno venne fuori con l’idea della criminalizzazione totale. Basata

Opere rock: Joe’s Garage Act 1

“Joe’s Garage è una storia stupida riguardo a come il governo stia cercando di sbarazzarsi della musica (causa primaria di comportamenti di massa indesiderabili). È una specie di recita scolastica davvero da poco… Nel modo in cui avrebbe potuto essere eseguita 20 anni fa (ossia a fine anni ’50 n.d.r.), con tutte le scene fatte da scatole di cartone dipinto. Somiglia anche a quelle conferenze che le sezioni antínarcotici locali solevano tenere (dove ti mostrano quelle lavagne con

Uno Schumann un po’ speciale

Su richiesta di un appassionato ho realizzato un risonatore di Schumann alquanto diverso dal solito. Lo ha voluto con un contenitore in legno massello e credo che il risultato a livello estetico sia decisamente gradevole. A quel punto tanto valeva fare qualcosa anche per la circuitazione e così ho pensato di utilizzare esclusivamente componentistica speciale. Condensatori NOS militari per l’alimentazione, potenziometro Bourns per la regolazione del circuito risonante, resistenze a strato metallico all’1%, condensatori audiophile,

“IL” giradischi – 3 Perno e piatto

Attorno al perno ruota uno tra gli elementi primari per il destino qualitativo del giradischi. Si tratta infatti del componente fondamentale per la precisa rotazione del piatto sul proprio asse e nello stesso tempo per un parametro di importanza fondamentale ma generalmente trascurato: l’invarianza della relazione geometrica tra il perno e l’articolazione del braccio. Va da sé che la massima precisione si otterrebbe bloccando il perno nella sua posizione, il che però andrebbe a inibire

Le mie avventure con gli spedizionieri

di Russell Kingery   Qui negli Stati Uniti abbiamo molte compagnie di spedizioni tra cui scegliere. Dal comune United States Postal Service (USPS) a compagnie private come UPS, Federal Express (Fed Ex) e diverse altre, inclusa una serie di spedizionieri meno conosciuti per gli articoli più pesanti. Fed Ex, UPS e USPS hanno dei limiti per peso e dimensioni dei pacchi che escludono molti dei diffusori di maggiore ingombro e gli amplificatori più pesanti. Così