Perché le riviste parlano bene di tutto

Uno tra gli elementi che alla lunga ha causato il definitivo disamoramento nei loro lettori, riguarda il parlare bene, da parte delle riviste, di tutto quanto sottopongono a prova tecnica o d’ascolto. I motivi di tale stato di cose sono molteplici. Il primo lo si deve alla consuetudine, sempre da parte delle riviste, di provare quasi solo i prodotti realizzati o distribuiti da società con cui hanno in essere contratti pubblicitari. Ci sono poi le dovute eccezioni, 

Diciassettemila sterline per una coppia di LS3/5A?

E’ vero che da qualche anno ci siamo abituati al fenomeno riguardante l’esplosione dei prezzi attribuiti alle apparecchiature audio, ma una cosa del genere proprio non me l’aspettavo. Qualche tempo fa è stata messa all’asta una coppia di Rogers LS3/5A, i famosi mini-monitor della BBC, a suo tempo realizzati per l’installazione nelle regie mobili dell’emittente inglese. A detta del venditore si tratterebbe di una delle primissime coppie prodotte di quei diffusori e questo potrebbe essere, qualora venisse

I motivi di un abbandono

Se è vero che tutto ha un inizio e una fine, quando decisi che era tempo di abbandonare baracca e burattini non feci altro che prendere una decisione già da  parecchio nell’ordine delle cose. Il fatto è avvenuto dopo quasi venti anni di collaborazione e molti meno di sopportazione reciproca sempre più difficoltosa con l’allora direttore della rivista di cui ero collaboratore. Non feci altro insomma che prendere una decisione che era già da tempo nell’ordine delle

Fauna da redazione

Come dicevo nel testo di presentazione a questo sito, per una serie di motivi legati alle dinamiche del mondo reale, al tipo di società in cui viviamo e alle conseguenze che ne derivano, tutte le riviste audio hanno finito col dare la precedenza a interessi che non hanno molto a che fare con quelli dei loro lettori. Tra chi ha operato a vario titolo nell’editoria legata al settore audio, alcuni hanno sfruttato a fondo questa realtà per i propri